Il monitoraggio delle 10 sfide: è un lavoro per il Quality Control Team

GET introduce il percorso di monitoraggio de L’Innesto

Per affrontare le 10 sfide ambientali e sociali L’Innesto prevede un sistema di monitoraggio a lungo termine: il Protocollo di Monitoraggio delle Prestazioni Ambientali.
#INNESTOMILANO #MONITORAGGIO #GETCONSULTING
#INNESTOMILANO
#CITTAZEROEMISSIONI
#INDOMUS
Questo è lo strumento di controllo predisposto in fase di gara volto a monitorare, nel corso degli anni e delle diverse fasi di progettazione, realizzazione e gestione, l’impatto delle soluzioni proposte e degli impegni assunti in relazione alle 10 sfide de L’Innesto. Attraverso il Protocollo, si illustrano gli obiettivi misurabili definiti per ogni singola soluzione progettuale caratterizzante L’Innesto, si delineano i meccanismi di controllo di tutte le fasi di sviluppo e gestione dell’intervento, e si definiscono quali mezzi e quali risorse dovranno essere impiegati nel lungo termine.
Il Protocollo di Monitoraggio delle Prestazioni Ambientali, ispirato alle logiche di controllo della qualità tipiche del commissioning, non è solo uno strumento di verifica nel tempo delle prestazioni energetiche ed ambientali degli impegni definiti in sede di concorso e di elaborazione ed adattamento del progetto, ma anche un meccanismo di comunicazione trasparente verso l’esterno che tenga in considerazione anche le ricadute sociali ed economiche dell’intervento, lungo tutto il suo ciclo di vita.
“Il monitoraggio quale strumento di verifica, controllo, comunicazione delle prestazioni reali de L’Innesto e quale opportunità di conoscenza e apprendimento per i progetti futuri”
Responsabile dell’attuazione del Protocollo di Monitoraggio delle Prestazioni Ambientali de L’Innesto sarà GET con un gruppo multidisciplinare dedicato, il Quality Control Team, costituito da soggetti terzi rispetto alla progettazione e alla costruzione. Nelle fasi di progettazione e costruzione il Quality Control Team si interfaccia con Redo, con i progettisti e la direzione lavori per verificare la qualità del progetto e della costruzione in relazione alle soluzioni scelte e agli impegni assunti, mentre nella fase di esercizio si interfaccerà con il Gestore sociale e l’Asset Manager. Il Quality Control Team, insieme con Redo, per conto del Fondo Immobiliare Lombardia Comparto Uno, sarà responsabile della comunicazione degli esiti dell’intervento verso la Città di Milano e verso la comunità.